Rubbettino Editore
Rubbettino
L'Acropoli - Rivista bimestrale diretta da Giuseppe Galasso  
Redazione: Fausto Cozzetto, Piero Craveri, Emma Giammattei, Massimo Lo Cicero, Luigi Mascilli Migliorini, Maurizio Torrini
Anno XI - n. 6 - Novembre 2010
Vai
Guida al sito
Chi siamo
Blog
Storia e dintorni
a cura di Aurelio Musi
Lettere
a cura di Emma Giammattei
Periscopio occidentale
a cura di Eugenio Capozzi
Micro e macro
a cura di Massimo Lo Cicero
Indici
Archivio
Norme Editoriali
Vendite e
abbonamenti
Informazioni e
corrispondenza
Commenti, Osservazioni e Richieste
L'Acropoli
rivista bimestrale


Direttore:
Giuseppe Galasso

Responsabile:
Fulvio Mazza

Redazione:
Fausto Cozzetto
Piero Craveri
Emma Giammattei
Massimo Lo Cicero
Luigi Mascilli Migliorini
Maurizio Torrini

Progetto grafico
del sito:
Fulvio Mazza

Collaboratrice per l'edizione online:
Rosa Ciacco


Registrazione del
Tribunale di Cosenza
n.645 del
22 febbraio 2000

Copyright:
Giuseppe Galasso
 
Cookie Policy
Editoriale
di G. G.
Sembrava ormai chiaro che la pace stipulata tra Berlusconi e Fini non potesse e non dovesse concretarsi in altro che in una guerra non guerreggiata, ma virulenta. Che comportasse una sospensione delle ostilità o una rinuncia ad esse era del tutto esclusa. Chi ne avesse avuto qualche minimo dubbio avrebbe avuto modo di ampiamente ricredersi già solo nella settimana iniziata l’11 ottobre. In questa settimana Fini ha infatti preso tre posizioni, tutte in diretto conflitto ... Continua
Saggi
di Fabrizio Mastromartino
1. Introduzione Con l’avvento e con il consolidamento del cristianesimo (istituzionale), l’asilo – istituto giuridico dalle origini assai remote – si presenta, sin dalla metà del IV secolo, come uno dei più rappresentativi strumenti simbolici del potere della Chiesa, divenendo ben presto uno dei massimi riferimenti della cultura cattolica e uno dei temi centrali nella competizione tra le istituzioni ecclesiastiche e i poteri laici. All’origine del rilievo ... Continua
Interventi
di Giuseppe Galasso
L’ETÀ DELL’ITALIA UNITA Tra i motivi delle innumerevoli critiche, revisioni, rinnegamenti e nelle meno frequenti esaltazioni e difese dell’Italia unita ricorrenti per il compimento dei primi centocinquant’anni dell’unità, l’elemento temporale non è mai presente, se non per ricordare, appunto, questo rotondo anniversario. Eppure, la cronologia richiederebbe una ben diversa considerazione. La durata di una formazione politica, di una entità istituzionale, di una realtà sociale e culturale costituisce, infatti, una dimensione di primo piano per un giudizio storico su di essa. Vediamo allora che cosa nel quadro della storia contemporanea rappresenta l’età dell’Italia unita. Poche, a ben vedere, sono le realtà politiche che negli ultimi due o tre secoli hanno avuto la stessa longevità. Esempio massimo, forse, la Germania, che, unitasi nel 1871, appena dopo ... Continua
Interventi
di Giuseppe Galasso
È bello, nel libro di Antonio Del Pennino, innanzitutto il titolo. Bello non solo letterariamente, ma anche perché in una breve frase dice l’essenziale del tema che vi è trattato. È, peraltro, soltanto l’intelligente e semplice inversione o modificazione di un modo di dire ... Continua
Questioni aperte
di Giovanni Carosotti
L’organizzazione della scuola in Italia è un tema che continua a mantenere una posizione di centralità nel dibattito politico, nonostante sia diffuso nella società un pregiudizio che vede nell’istituzione scolastica una roccaforte di privilegiati, legati più generalmente al mondo del pubblico impiego, scarsamente motivati ad aggiornarsi e a introdurre innovazioni sul piano didattico. Non è questa ... Continua
Questioni aperte
di Eugenio Mazzarella
Dieci anni fa (10 marzo 2000) giungeva all’approvazione, Ministro Luigi Berlinguer – secondo Governo D’Alema – la Legge n. 62/2000: Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all’istruzione. Era una legge molto attesa, da decenni; fin dai ... Continua
Realizzazione a cura di: VinSoft di Coopyleft