Rubbettino Editore
Rubbettino
L'Acropoli - Rivista bimestrale diretta da Giuseppe Galasso  
Redazione: Fausto Cozzetto, Piero Craveri, Emma Giammattei, Massimo Lo Cicero, Luigi Mascilli Migliorini, Maurizio Torrini
L'Acropoli - Anno VII - n. 3 / Maggio 2006
Anno VII - n. 3 - Maggio 2006
Vai
Guida al sito
Chi siamo
Blog
Storia e dintorni
a cura di Aurelio Musi
Lettere
a cura di Emma Giammattei
Periscopio occidentale
a cura di Eugenio Capozzi
Micro e macro
a cura di Massimo Lo Cicero
Indici
Archivio
Norme Editoriali
Vendite e
abbonamenti
Informazioni e
corrispondenza
Commenti, Osservazioni e Richieste
L'Acropoli
rivista bimestrale


Direttore:
Giuseppe Galasso

Responsabile:
Fulvio Mazza

Redazione:
Fausto Cozzetto
Piero Craveri
Emma Giammattei
Massimo Lo Cicero
Luigi Mascilli Migliorini
Maurizio Torrini

Progetto grafico
del sito:
Fulvio Mazza

Collaboratrice per l'edizione online:
Rosa Ciacco


Registrazione del
Tribunale di Cosenza
n.645 del
22 febbraio 2000

Copyright:
Giuseppe Galasso
 
Cookie Policy
Editoriale
di G. G.

L’elezione dei presidenti delle due Camere del Parlamento italiano non ha dato luogo, alla fine, alle gravi tensioni che si preannunciavano nelle prime due o tre votazioni. Alla Camera dei Deputati è stato motivo di sorpresa che fra il primo e il terzo voto Bertinotti ... Continua
Saggi
di Massimo Lo Cicero

1. La catastrofe è imminente? Convulse discussioni postelettorali

Il 16 aprile appare sul «Financial Times» un commento, una column, come dicono gli inglesi, di Wolfgang Munchau, Italy’s bad news for the euro. La column non è un editoriale, nel significato che la stampa italiana attribuisce a questo termine: essa rappresenta il punto di vista dell’autore ma non quello della testata giornalistica, è un commento ospitato dal ... Continua
Saggi
di Adolfo Battaglia

Lo stato dei conti pubblici italiani comunicato dal Fondo Monetario Internazionale ha proposto un giudizio sul governo Berlusconi ben più severo di quello elettorale, che ne ha comunque sancito l’uscita di scena. La grave situazione economica pone problemi urgenti al nuovo ... Continua
Saggi
di Maurizio Ambrogi

Lo scenario internazionale successivo alla fine della guerra fredda ha fatto perdere all’Italia le posizioni di rendita di cui godeva a partire dal secondo dopoguerra; il Paese è meno rilevante nell’alleanza atlantica, per il minor ruolo strategico giocato dal ... Continua
Interventi
di Fausto Cozzetto

Il fenomeno noto come «scontro di civiltà» trova il suo contesto originario nel periodo successivo all’implosione dell’impero comunista; ne derivò maggiore autorità dell’ONU quale organo competente per risolvere le questioni internazionali, come mostrano i pronunciamenti sull’Irak nel 1990 e sulla Somalia nel 1992. Nello stesso tempo si aprivano nel panorama internazionale scenari di distensione, che condussero alla fine ... Continua
Interventi
di Emma Giammattei

La scrittrice scozzese Muriel Spark ha condiviso con altri scrittori inglesi (Greene, Waugh) la passione per l’Italia; convertita al cattolicesimo, ha infatti deciso di risiedere in Toscana. Questa scelta esistenziale non le ha fatto perdere il legame con le proprie ... Continua
Interventi
di Maria Ferrone

Il genocidio degli Armeni è stato la prima pulizia etnica compiuta nel Novecento, ma a tutt’oggi è quella meno conosciuta e ricordata. Le autorità turche continuano a definire «deportazione di massa a scopo difensivo» il massacro di circa due milioni di Armeni, realizzato ... Continua
Profili
di Maurizio Griffo

Mario Vinciguerra fu quasi sempre solitario e in controtendenza, dal punto di vista politico e storiografico. Antifascista aderente al gruppo clandestino Alleanza Nazionale, poi “girondino” nell’ambito dell’azionismo, quindi sostenitore negli anni 60 del movimento di Pacciardi per una Repubblica presidenziale, critico della partitocrazia e della Costituzione repubblicana, Vinciguerra ha ... Continua
Profili
di Eugenio Capozzi

Roberto Lucifero fu il maggiore esponente del liberalismo conservatore nell’immediato secondo dopoguerra. La sua decisa fedeltà alla monarchia non gli impedì di riconoscere il nuovo ordinamento dello Stato e, attraverso il lavoro svolto presso l’Assemblea costituente, di ... Continua
Documenti
di Valeria Sgambati

Nell’azionismo si sono generalmente individuate due principali correnti, quella “giacobina” e quella “girondina”: la prima più orientata verso il socialismo, il proletariato, le statizzazioni, la seconda verso il liberalismo democratico, i ceti medi, il rinnovamento dei ... Continua
Realizzazione a cura di: VinSoft di Coopyleft